Cerca
Close this search box.

RINGIOVANIMENTO VAGINALE

Chirurgia di rafforzamento vaginale (vaginoplastica)

CHI PUÒ EFFETTUARE UN INTERVENTO DI RASSODAMENTO VAGINALE?

L’intervento di rafforzamento vaginale è una procedura chirurgica che generalmente eseguiamo nei casi in cui si verifica un ingrossamento vaginale dovuto alla nascita, all’invecchiamento o ad altri motivi. Questo intervento mira a restringere la vagina, darle una struttura più stretta e fornire miglioramenti sia estetici che funzionali. Questa procedura, nota anche come vaginoplastica, aiuta a riportare la vagina ad uno stato più giovane e sodo.

TECNICA CHIRURGIA DI RASSODAMENTO DELLA VAGINA

L’intervento di rafforzamento vaginale viene eseguito fondamentalmente utilizzando due metodi: colporrafia posteriore e colporrafia anteriore. Mentre la colporrafia posteriore viene utilizzata per ricucire i tessuti sulla parete posteriore della vagina, la colporrafia anteriore viene applicata quando è necessario restringere la parete anteriore. Queste tecniche derivano dai termini “colpos” (vagina) e “raphy” (cucire) e si riferiscono rispettivamente al restringimento delle pareti posteriore (posteriore) e anteriore (anteriore) della vagina.

I preparativi preoperatori sono simili all’intervento di labioplastica. Il paziente arriva in ospedale affamato e assetato il giorno dell’intervento e viene messo in anestesia prima di iniziare le procedure. L’intervento dura solitamente 30-40 minuti e non è previsto che i pazienti sentano dolore. Durante la procedura è possibile ascoltare musica rilassante.

L’intervento di rafforzamento vaginale viene eseguito principalmente sulla parete posteriore e il restringimento si ottiene rimuovendo e stringendo il tessuto tra i periodi di tempo specificati. Se la vagina è eccessivamente ingrandita e ci sono ulteriori problemi come il rilassamento della vescica, si può applicare anche il metodo della colporrafia anteriore. Si sottolinea che per la buona riuscita dell’intervento è necessario restringere adeguatamente e in modo uniforme tutta la vagina. Dopo l’intervento, viene inserito un tampone nella vagina per prevenire sanguinamenti o ematomi e i pazienti possono alzarsi dopo che gli effetti dell’anestesia spinale svaniscono.

DOPO L'INTERVENTO DI RASSODAMENTO VAGINALE

I punti postoperatori si trovano all’interno della vagina e si dissolvono automaticamente, quindi non è necessario rimuoverli. Mentre il paziente riposa a casa dopo l’intervento chirurgico, assume antibiotici per prevenire l’infezione e antidolorifici per il possibile dolore. Inoltre, viene dato il batikon per rivestire le cuciture all’esterno.

Il primo rapporto dopo l’intervento chirurgico a volte può essere difficile e la situazione migliorerà nel tempo. Alcune gocce di sanguinamento sono normali durante il primo rapporto sessuale e, con il passare del tempo, queste difficoltà diminuiscono man mano che la vagina si adatta al pene.

L’intervento di rafforzamento vaginale è un intervento chirurgico diurno. Se lo desiderano, possiamo dimettere i pazienti il ​​giorno stesso dell’intervento. Ospitiamo i nostri pazienti provenienti dall’estero in ospedale per 1 notte dopo l’intervento. Poi potranno ritornare nel loro paese.